Archivi tag: Bolzano

Storia

La Chiesa della Visitazione è stata costruita nel 1968 nell’allora costruendo quartiere Europa. L’edificio era stato inizialmente pensato come primo blocco di un futuro oratorio, che prevedeva nelle vicinanze e sullo stesso terreno, la costruzione di una nuova chiesa, per soddisfare le esigenze di cura d’anime del territorio in continua espansione. Questo primo blocco fu’ costruito con contributi statali, come prevedevano i patti tra Stato Italiano e Chiesa Cattolica di allora. Non fu’ più ampliato, sia perché nel 1984 cambiarono le norme di finanziamento dei luoghi di culto, sia perché i confini tracciati dalla Diocesi per la nuova parrocchia della Visitazione (sorta a cavallo di quartieri già esistenti) non richiedevano l’ampliamento del luogo dedicato al culto, che negli anni, si era rivelato sufficiente per le esigenze pastorali.

Il 15 giugno 1969, con una celebrazione iniziata alle ore 18.30, la nuova chiesetta, veniva aperta al pubblico e consacrata dal Vescovo ausiliario mons. Enrico Forer. Così scriveva il Settimanale diocesano «Il Segno» per quell’occasione: La nuova chiesa è di fattura moderna, ma molto funzionale. Nella sua struttura esterna non si differenzia dalle case degli uomini: è inserita nel quartiere, come una qualsiasi casa di abitazione. Questa circostanza può rendere la chiesa poco individuabile rispetto alle altre case ma in compenso da a questa casa di Dio un certo sapore domestico, che è molto apprezzato dal popolo cristiano.

 

Al suo interno la chiesa della Visitazione contiene dipinti di Enzo Rossi e sculture (un crocifisso e 12 formelle rappresentanti la Via Crucis) di Giovanni Dragoni. All’esterno (a cura del Comune di Bolzano, in seguito alla ri-sistemazione della piazza, avvenuta nel 2004) è stata posta una statua-fontana (progettata dall’artista meranese Alisa Mandel), che rappresenta l’episodio evangelico della visita di Maria alla cugina Elisabetta.

Contatti

UFFICIO PAROCCHIALE

viale Europa, 3

39100 – BOLZANO

tel. 0471.910.851

e-mail info@visitazione.org

 

APERTURA

LUNEDI' – MERCOLEDI' – VENERDI'

dalle 9.00 alle 11.00

 

 

 

Centro Lovera

 00000050 600x379 Centro Lovera

Il complesso denominato “Centro Lovera” è parte integrante della Parrocchia della “Visitazione BMV” ed è stato creato con la finalità di accogliere le attività parrocchiali, ma può ospitare anche attività promosse da singoli o gruppi purché non in contrasto con gli obiettivi della Parrocchia.

Il Centro, costruito nel 1986 dall’idea dell’architetto Roland Veneri, è stato dedicato ad Ermete Lovera, un preside del Liceo Carducci di Bolzano, morto prematuramente alla fine degli anni Settanta, che si era distinto come uomo del dialogo e promotore dell’educazione permanente degli adulti.

Coordinatore della struttura è il signor Michelon dott. Bruno, coadiuvato da altre tre segretarie. Per l’utilizzo e la prenotazione delle sale rivolgersi all’ufficio del Centro aperto il:

 lun – mer – ven – ore 9 – 11

mar – giov – ore 16 – 18

tel. 0471-910851

Il Centro Lovera è costituito da un edificio, un ampio cortile adibito a parcheggio e un piazzale recintato e cubettato. All’interno l’immobile è composto da una sala “Teatro” e una “Biblioteca” al piano terra, una sala “Grande”, una saletta lato “Cortile” e una saletta lato “Strada” al primo piano, una sala “Mensa” al piano interrato. É corredato anche di una cucina il cui uso è riservato solo a situazioni particolari. La struttura è stata concepita per ridurre al minimo la presenza di barriere architettoniche.

SALA GRANDE – al primo piano: locale di forma più o meno rettangolare con uno spazio utile di circa 75 m². La sala è quasi totalmente priva di arredo, ci sono però a disposizione nel corridoio 24 sedie impilate da utilizzare per conferenze o simili (con preavviso si possono recuperare altre sedie); la sala può contenere circa 80 persone adulte.

TEATRO – al piano terreno: locale di forma più o meno rettangolare con una superficie effettiva di circa 98 m² più un piccolo palco di circa 10 m². La sala è sempre sgombrata dell’arredo, costituito da 80 poltroncine, che sono sempre impilate in fondo alla sala, per cui lo spazio utile è di circa 90 m².

BIBLIOTECA – al piano terreno: locale di forma circolare di diametro di poco più di 6 m con una superficie effettiva di circa 30 m². La sala è solitamente arredata con due tavoli e una ventina di sedie che sono generalmente impilate a due a due.

SALA CORTILE – al primo piano: locale di forma più o meno rettangolare con uno spazio utile di circa 45 m². La saletta è arredata con una libreria a giorno, cinque o sei tavoli e 30 sedie.

SALA STRADA – al primo piano: locale di forma più o meno rettangolare con uno spazio utile di circa la 45 m². La saletta è arredata con una libreria a giorno, uno o due tavoli e 39 sedie; può contenere comodamente 45/50 persone sedute.

SALA MENSA – nel seminterrato: locale di forma rettangolare con uno spazio utile di circa 60 m². La sala è quasi totalmente priva d’arredo, c’è un solo mobile basso, un calcio-balilla e un divano.